(Pseudonimo della scrittrice argentina Marta Roldan)

 

 
    
   

 

 

    
  
       

 

 

            


   

    

  

  
  

Autoritratto

Non sono quelle che ho perso nel percorso

per avere preso erronee decisioni.

Non sono la professoressa,

la modella,

non sono la madre dei miei dodici figli.

Ho perso la bellezza interiore

e l’esteriore si deteriora con gli anni.

Ho perso l’opportunità di conoscerti

e quella di essere la preferita del magnate.

Non sono stata suora

né rivoluzionaria.

Non ho potuto cambiare il mondo

e porto soltanto nelle tasche

il potere accattivante della parola.

Ho perso la mia amica.

Ho perso la perfezione,

l’intelligenza

e il Protocollo m’aspetta da ormai tre anni

nell’angolo di  "La Favorita".

Ho perso il giudizio.

L’ago del mio orientamento

non segna il nord.

Non sono stata Alfonsina

né  Borges.

Per favore, ditemi dove trovo Marta.

Carmiña Candido Daverio.

 

 

  

  

E-mail: fama@friulinelweb.it

Sostieni Un modo di dire

 

 


Powered by Friulinelweb